12.13 14/06/2001
Ho ricevuto un messaggio di posta elettronica, da un non meglio identificato "ulisse15@virgilio.it", un messaggio che dice:
"Sei il solito comunista con i paraocchi.Ma quale ricerca della verità? Studia la storia su altri libri! Marx è morto. Dio no!"
Rispondo a lui ampiamente solo per soddisfare l'esigenza, sentita da tempo, di rivolgermi al popolo dei "deficienti" e in modo particolare alla tribù degli "attacca - etichette"!
Gli appartenenti a questa tribù passano la vita "sfiorandola", senza approfondirne i vari aspetti, occupati a leccare ed appiccicare anonime e sempiterne etichette a tutto:
- leccata ed etichetta "fiore";
- leccata ed etichetta "bambino";
- leccata ed etichetta...!
Questo è il "senso" della loro vita!
Primo punto
A questo ulisse15 e a quelli come lui vorrei dire che la cosa non mi meraviglia; non ho mai avuto stima del "popolo", delle "masse" o della "gente", anzi nutro per loro un profondo e sentito disprezzo per essere come campi di fieno che si piegano a qualsiasi vento senza alcun dilemma.
Quindi caro "leccone"...non posso essere un comunista! Il popolo al quale tu appartieni è quello che si diverte a vedere roghi, guerre e putridume e anche ad esserne complici, se non autori!
Secondo punto
Per quanto riguarda la storia, anche qui il poverello ulisse15 non sa di cosa parla!
Quale storia? Ne esistono tante! Chi dice di conoscere la Storia e non le Storie è solo uno stupido che non ama e non cerca la verità, ma solo le patacche!
Qualsiasi avvenimento è unico, ma le interpretazioni variano in buona fede o variano perchè lo si vuole modificare a proprio piacimento e per i propri interessi ideologici, religiosi o altro. Mai sentito , in varie salse, il detto "il vincitore ha sempre ragione"?
Consiglio al "poverello" di prendere un episodio storico e di leggerne su libri diversi, di periodi diversi, di nazioni diverse: si renderà conto che la storia, spesso e volentieri, è solo un mezzo per giustificare il passato!
Terzo punto
È chiaro che Marx è morto! Non avevo bisogno che me lo scrivessi tu!
Insieme a lui sono morti Gesù, Kant, Pascal, ecc. ecc.
E allora?
Quello che uno scrive resta per sempre e ognuno può farne l'uso che vuole!
Quarto punto
Di quale Dio parli? L'uomo ne ha partorito tanti e ne ha ucciso tanti! Tutti, più o meno, a sua immagine e somiglianza!
Se ti riferisci a quello della Bibbia, quello che, forse non lo sai, ma fu più educato di te perchè ad Abramo disse il suo nome e non Dio15 o Dio16, allora devo ricordati che suo figlio disse di non avere nemmeno un cuscino su cui poggiare la testa. Guarda il lusso nel quale vive colui che, lo dice lui, afferma di esserne il rappresentante! Ti ricordi chi erano i Farisei e come Gesù li definisce? Sepolcri imbiancati, bianchi fuori e putrescenti dentro! Come chiamerebbe Gesù i rappresentanti della chiesa cattolica se tornasse sulla terra? E chi lo crocifiggerebbe ancora una volta?
CONSIGLIO
Non so quanti anni tu abbia perche il Creatore ha distribuito i deficienti in modo equo tra le varie età e tra i vari popoli, ma, se ne sei capace, cerca la verità ricordantoti che è un grosso fardello da portare sulle spalle!