martedì 1 gennaio 2002


Sento di dover rendere partecipi coloro che mi amano (e chi pensa di amarmi si chieda se realmente sa cosa significhi amare e quindi si ponga o si escluda da questa categoria) di quello che mi è accaduto nei giorni scorsi.
Ho avuto molto tempo libero dai miei impegni scolastici, sono stato tranquillo perché la maggior parte della gente era occupata a festeggiare con "grandi abbuffate" la festa del "SOLE INVITTO" o il "SOLSTIZIO DI INVERNO" o a mascherare con rappresentazioni teatrali di burattini e statuette o alberi e col nome di "SANTO NATALE" le cose di cui sopra.
Dopo anni di intensa ricerca, sottoposto ad attacchi continui, finalmente ho permesso che Lui, che attendeva da anni entrasse nel mio cuore.
E lui, l'unico vero Dio, Colui che si presentò, dicendo il suo nome in Genesi 2:4 è entrato con dolcezza, con quell'Amore che solo Lui può dare, con quell'Amore del quale quello umano, quando lo è, è solo un pallido fantasma, con quella forza e quella luce che solo Lui può dare.
La luce, la chiarezza, la visione vera di tutto sono nel mio cuore.
Quando è accaduto, ero sbalordito, incredulo; le domande, i sentimenti si sono affollati nel mio cuore come un oceano a lungo tenuto imbrigliato che, dopo tanto tempo, finalmente libero da dighe, poteva far sentire la sua immensità e le sue onde possenti.
Ora Lui è nel mio cuore e guida con amore la lettura della Sua Parola e guida la mia vita. Ora finalmente inizio ad "intendere". Quelle parole della Bibbia che, per anni mi sono sembrate oscure, ridicole, infantili, si stanno aprendo come ostriche perlifere: preziose e veritiere.
La sua Parola mi fa capire gli attacchi che ho subito nel corso della mia vita ogni volta che stavo per aprigli la porta del mio cuore!


ORA TUTTO È CAMBIATO! SONO RINATO!

 

( Genesi 2:4 )
"Geova": ebraico(YHWH, qui vocalizzato Yehwàh), che significa "Egli fa divenire" (dall'ebraico hawàh, "divenire"); LXXA (gr.), Kyrios; sir. Marya´; lat. Dominus. Questa è la prima volta che ricorre il caratteristico nome personale di Dio, (YHWH); a queste quattro lettere ebraiche si fa riferimento come al Tetragramma. Il nome divino identifica Geova come Colui che ha un proposito. Solo il vero Dio può giustamente e autenticamente portare questo nome.)